Yoga Sutra 1.5

I.5. vrttayah pancatayyah klista aklisthah
Questi apparenti movimenti, stati o umori della mente, che sono concetti, idee o immagini in essa, possono tutti essere raggruppati in cinque categorie, a prescindere dal fatto che si abbia esperienza di essi come dolorosi o non-dolorosi, e che siano o meno celatamente o apertamente contaminati dalle cinque afflizioni descritte in seguito.
Tutte le vŗtti, indipendentemente dal fatto che siano dolorose o meno, possono essere raggruppate in cinque categorie che sono le uniche basi per i cambiamenti cui è sottoposta la mente.
Questi cambiamenti a volte causano reazioni piacevoli e a volte spiacevoli e avvengono in successione. Voi non conoscete uno stato diverso da questi, perché, fin quanto siete svegli, pensate e siete schiavi di questi pensieri; non sapete se c’è un “io” oltre questi stati mutevoli della mente. E’ importante rendersi conto di questo: a questo stadio non esiste neanche una speranza di superare questi umori; li state studiando perché vi sentite intrappolati in questi umori mutevoli della mente e non vi ci sentite bene.
Quando vi rendete conto che non c’è possibilità di uscire da questo stato né di riconciliarsi con questa condizione, è allora che vi sentite intensamente ed immediatamente intrappolati in questo problema, che non vi lascia, finché non sarà definitivamente risolto. (Intensamente per me significa senza la tensione della separazione nel tempo - passato, presente e futuro; immediatamente significa senza un mediatore, senza la separazione nello spazio). Non potete ribellarvi contro questa condizione, perché sta dentro di voi.